-

present

2011

Film d'artista - sette video installazioni sul tema della catastrofe

a cura di Lelio Aiello

Il contesto che accoglie in questa occasione film d'artista è di natura scientifica, si tratta per l'esattezza del più importante ciclo di conferenze sugli eventi idrometereologici estremi nell'area del mediterraneo "Plinius Conference on Mediterranean Storms", che si svolgono a cadenza annuale, sempre in una città europea diversa. L'evento, organizzato dal CIMA Fondations, riunisce quest'anno al Priamar di Savona alcuni fra i più illustri scienziati e metereologi del mondo, invitati a confrontarsi su temi che riguardano la metereologia e le tempeste, spesso devastanti, dell'area del mediterraneo. In questo quadro film d'artista propone la visione di opere video realizzate da artisti visivi di livello internazionale in un contesto architettonico di grande suggestione: la Fortezza del Priamar di Savona. Lontano dal voler mostrare l'aspetto spettacolare dell'evento catastrofico, le video installazioni selezionate sono tutte accomunate da uno spirito poetico ed allusivo più che descrittivo, in ognuno di loro si perpetua la distruzione di qualcosa e l'inevitabile trasformarsi in qualcos'altro.

Fortezza del Priamar, Savona



Credits

 

Partner
Cineteca di Bologna
MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna
Con il sostegno di
Fondazione del Monte
Con il Patrocinio di
Ministero per i Beni e le Attività culturali
Regione Emilia Romagna
Provincia di Bologna
Comune di Bologna
Media partner
UndoNet
Exibart
Città del Capo-Radio Metropolitana
Radio Fujiko
Edizioni Zero

Direzione artistica
Lelio Aiello
Curatori
Lorenzo Buccella
Gudrun De Chirico

Info

 

Press


Contatti
déjà.vu / ufficio stampa
press@dejavu-bo.it
T +39 347 7970931


déja.vu - Aritmia / info
info@dejavu-bo.it
www.dejavu-bo

Associazione culturale aritmia
Via Gagarin 9 | 40131 Bologna
tel 051.6341586
c.f. 91268200374

Past Edition

2009 | 2008 | 2007

Arte e cinema: un incontro sui crinali della catastrofe

La terza edizione di film.d’artista presenta un palinsesto ricco e variegato e affronta la relazione esistente fra cinema e arte visiva da diversi punti di vista: dalla classica proiezione su schermo alla declinazione performativa a quella installativa e sonora. Il progetto si è svolto nell’arco di tre appuntamenti serali e ha coinvolto tutti gli spazi della cineteca: la biblioteca, dove è stata collocata una installazione sonora di John Duncan, il cortile esterno e il cinema Lumière. Sono state presentati inoltre, nell’arco dei tre giorni, altre installazioni video, disseminate negli spazi adiacenti al cinema, e incontri con gli artisti nelle sale di proiezione.

 




Past Edition

2009 | 2008 | 2007

Luogo
Cineteca di Bologna-Cinema Lumière

Arte e cinema: codici e contaminazioni

Realizzato in collaborazione con la Cineteca di Bologna sonda in questa edizione le possibili corrispondenze tra arti visive e cinema, collocandosi laddove la ricerca estetica, i codici e le strutture si contaminano, si osservano a vicenda ed entrano in collisione. Prodotti decisamente artistici pensati e realizzati per il circuito delle arti visive, quelli di Reynolds / Jolley, Jesper Just e Salla Tykkä, ma che riescono inaspettatamente ad evadere dal proprio ambito, attirando l’attenzione della critica cinematografica e partecipando a festival internazionali dedicati al cinema, cosa che era impensabile solo qualche anno fa. Kaizman e Benassi hanno invece scelto la direzione che implica maggiormente il coinvolgimento dello spazio: l’istallazione video.

 




Past Edition

2009 | 2008 | 2007

Il progetto film.d’artista viene ospitato al Cinema Lumière, in collaborazione con Cineteca di Bologna e in concomitanza ad Artefiera. Si tratta di una rassegna incentrata sulla contaminazione del linguaggio cinematografico con quello delle arti visive. La particolarità di questa edizione risulta dalla proposta del live set di musica elettronica ad opera di Mass sul progetto video di Bianco-Valente.